Perchè gli adattatori non sono tutti uguali? Gli adattatori sono fra gli oggetti che possono con maggiore facilità indurre ad una scelta casuale, sembrano tutti fatti allo stesso modo ad un primo e superficiale esame.

In realtà per quanto gli adattatori siano “solo” degli anelli meccanici la loro qualità costruttiva è essenziale, non dimentichiamo infatti che fanno da raccordo fra le nostre ottiche ed il sensore della nostra mirrorless o dslr.

Gli adattatori Novoflex sono prodotti in Germania non a caso sono gli unici ufficialmente consigliati dal marchio fotografico più prestigioso al mondo, Leica, per le varie combinazioni di ottiche per sistemi Leica M ed R su corpi Leica e non. I materiali e le leghe con cui sono costruiti sono di prima qualità così come le rigide tolleranze meccaniche a cui sono sottoposti  sia in fase di progettazione che di produzione.

Se ne provate uno vi renderete conto di cosa vuol dire “nessun gioco”. Una volta innestati sul vostro corpo macchina mirrorless apprezzerete il perfetto assemblaggio che  garantisce una resa ottimale con l’ottica accoppiata. Una costruzione meccanica non perfetta può influire negativamente, per pochi micron, nella resa centro bordi della vostra ottica,  tolleranze non misurabili ad occhio nudo. La costruzione con le migliori leghe garantisce la massima durata e resa nel tempo ovviando tra le altre cose a fenomeni di dilatazione termica ed evitando di rovinare l’attacco baionetta del vostro corpo macchina nei mesi ed anni di utilizzo.

Con la mia precedente mirrorless, una Sony Nex5, ho provato adattatori pseudo italiani e cinesi per le mie ottiche Contax Zeiss, Voigtlander e Olympus Zuiko OM. Passando di seguito ad una mirrorless Fuji ho rinnovato il parco adattatori per le stesse ottiche passando a Novoflex. Le differenze le ho notate immediatamente e sono felice dell’investimento fatto. Se tenete ai vostri obiettivi e alla baionetta del vostro corpo macchina non rischiate, puntate al meglio.Fuji_C:Y Fuji_M Fuji_R